Home » Psico Blog » Patologie » Disturbi dell’Alimentazione

Disturbi dell’Alimentazione

Anoressia nervosa
Si caratterizza per: rifiuto di mantenere il peso corporeo al di sopra di un certo peso minimo, paura di aumentare di peso, presenza di una alterazione dell’immagine corporea che porta a considerare il proprio corpo o alcune parti di esso (in genere la pancia, i glutei e le coscie) come troppo grasse, anche quando sono effettivamente magre. Inoltre nel sesso femminile, in epoca post-puberale, si verifica la sospensione del ciclo mestruale. Il termine anoressia è inesatto, poiché si riferisce letteralmente a una perdita di appetito che si verifica raramente nell’anoressia nervosa.

I soggetti possono in atto condotte di eliminazione (es. vomito autoindotto, uso inappropriato di lassativi e diuretici) o la pratica eccessiva di attività fisica, allo scopo di perdere peso.
L’autostima è fortemente legata alla forma fisica e al peso corporeo.
Si distingue tra
•           Sottotipo con Restrizioni (nei tipi e nella quantità dei cibi introdotti)
•           Sottotipo con Abbuffate / Condotte di Eliminazione

.
Bulimia Nervosa
E’ caratterizzata da: presenza di abbuffate e di metodi compensatori inappropriati per evitare il conseguente aumento di peso. Come nell’Anoressia Nervosa, inoltre, i livelli di autostima sono, nei soggetti con Bulimia Nervosa, eccessivamente condizionati dalla forma e dal peso corporeo.
Una abbuffata, o crisi bulimica, è definita come l’ingestione in un determinato periodo di tempo di una quantità di cibo più grande rispetto a quanto la maggioranza degli individui assumerebbe in circostanze simili. Per un “determinato periodo di tempo”, si fa riferimento ad un periodo limitato, in genere minore di due ore. Non può essere considerata una abbuffata il continuo “spiluccare” piccole quantità di cibo durante l’arco della giornata.

.
Sebbene il tipo di cibo assunto durante l’abbuffata varii ampiamente, generalmente comprende cibi dolci, ipercalorici, come gelato o torte.

I soggetti con Bulimia Nervosa tipicamente si vergognano delle loro abitudini alimentari patologiche e tentano di nasconderle. Le crisi bulimiche avvengono in solitudine: quanto più segretamente possibile. Una crisi bulimica è inoltre accompagnata da sensazione di perdere il controllo.
Un’altra caratteristica essenziale della Bulimia Nervosa è il frequente ricorso a inappropriati comportamenti compensatori per evitare l’aumento di peso, come il vomito, l’uso inappropriato di lassativi e diuretici; il digiuno nei giorni successivi o l’esercizio fisico eccessivo.

Si distinguono i sottotipi:
•        Con Condotte di Eliminazione
•        Senza Condotte di Eliminazione

.
Disturbo da Alimentazione Incontrollata
E’ caratterizzato da ricorrenti episodi di abbuffate in assenza delle regolari condotte compensatorie inappropriate tipiche della Bulimia Nervosa 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dr. Lorenzo MAGRI

Psicologo

Via Vittor Pisani 13 D – 20124 Milano

Iscrizione Ordine degli Psicologi della Lombardia n 10184

Partita IVA: 01628230995

Le ultime news