Home » Psico Blog » Patologie

Riguardano quelle interazioni tra i membri di un gruppo sociale o famigliare che posssono compromettere significativamente il funzionamento dell’individuo o dell’unità relazionale stessa. Il DSM-IV li classifica in:

Problema Relazionale Correlato ad un Disturbo Mentale o ad una Condizione Medica Generale

Continua a leggere

Disfunzioni Sessuali
 Si caratterizzano per un’anomalia del processo che sottende una o più fasi del ciclo di risposta sessuale desiderio – eccitazione – orgasmo – risoluzione.
Si distinguono i seguenti disturbi:da Desiderio Sessuale Ipoattivo, Avversione Sessuale, Disturbo dell’Eccitazione Sessuale Femminile, Disturbo Maschile dell’Erezione, Disturbo dell’Orgasmo Femminile, Disturbo dell’Orgasmo Maschile, Eiaculazione Precoce, Dispareunia e Vaginismo.

Continua a leggere

Disturbi Somatoformi

Disturbo di Somatizzazione
Si presenta con una serie di ripetute lamentele fisiche multiple di rilevanza clinica, esposte dal soggetto a partire da prima dei 30 anni di età. Esse non possono tuttavia essere chiaramente spiegate sulla base di alcuna condizione medica generale nota o dell’uso di alcuna sostanza. Le lamentele sono considerate rilevanti se comportano un trattamento medico o una compromissione del funzionamento sociale o lavorativo. Deve esserci una storia di dolore riferito in almeno quattro localizzazioni corporee (per es. testa, addome, schiena, articolazioni, arti, torace, retto) o funzioni (cicli mestruali, rapporti sessuali, minzione). Almeno due sintomi, che non sianp esclusivamente costituiti da dolore devono essere a carico dell’apparato gastro-intestinale.

Continua a leggere

Disturbi Psicotici

Breve glossario per i disturbi psicotici:
Sintomi della fase attiva
.
 Delirio: si tratta di una convinzione falsa, derivata da ragionamenti erronei sulla realtà. La convinzione viene sostenuta dal paziente anche in presenza di prove certe e incontrovertibili del contrario. Non sono deliri quelle convinzioni non dimostrabili che sono tuttavia tipiche di una cultura o di una religione. Sono invece considerati bizzarri quei deliri il cui contenuto è considerato del tutto inverosimile dalla cultura di riferimento del paziente..

Continua a leggere

I tratti di personalità sono modalità stabili che l’individuo adotta nel rapportarsi col mondo e per attribuirgli un significato. Un disturbo di personalità è un modello di esperienza interiore che non risponde alle aspettative dell’ambiente sociale dell’individuo. Questi quadri sono stabili e di lunga durata e si consolidano nel corso dell’adolescenza o al più tardi nella giovane età adulta.

Disturbi della Personalità.

Continua a leggere

Disturbi d’Ansia

Attacco di Panico
Si tratta di un periodo circoscritto in cui insorgono improvvisamente intensi sintomi quali apprensione, paura o terrore, di frequente associati a una sensazione di catastrofe imminente.
Si verificano anche difficoltà respiratorie con sensazione di asfissia o soffocamento, aumento della frequenza dei battiti cardiaci, dolore o fastidio al petto, paura di “impazzire” o di perdere il controllo.

Continua a leggere

Delirium
E’ contraddistinto da un’alterazione di coscienza in concomitanza a sintomi cognitivi non attribuibili alla presenza di demenza o altre sindromi consolidate. Il delirium può essere la conseguenza fisiologica diretta di una condizione medica generale, di un intossicazione o dell’astinenza da sostanze. I sintomi si sviluppano in maniera rapida e durano in genere poche ore o giorni, con oscillazioni durante la giornata.

Continua a leggere

Disturbi dell’adattamento

Nei disturbi dell’adattamento si possono identificare uno o più fattori stressanti i quali, entro tre mesi dal loro inizio, determinano una serie di sintomi emotivi o comportamentali che causano un rilevante disagio. Tale disagio è però superiore rispetto a quanto lascerebbero immaginare la natura o l’entità dei fattori stressanti. Il disagio determina uno scadimento delle performance sociali e lavorative.

Continua a leggere

 Disturbi Primari del Sonno

Dissonnie

Si tratta di disturbi primari (cioè non conseguenti ad altri disturbi mentali) dell’inizio o del mantenimento del sonno, oppure dovuti ad eccessiva sonnolenza. In questi disturbi si riscontra un’alterazione della quantità, della qualità o della sequenza temporale del sonno.

Continua a leggere

Amnesia Dissociativa
Si manifesta con la dimenticanza di importanti fatti e notizie personali, non spiegabile con una semplice tendenza a dimenticare. All’origine di tale dimenticanza si possono riconoscere fattori di tipo traumatico o legati ad eventi stressanti.

Continua a leggere

 Disturbi Correlati a Sostanze .
•         Disturbi da uso di sostanze .

Dipendenza da Sostanze.

Si parla di dipendenza da sostanze quando il soggetto non riesce a fare a meno di utilizzarle nonostante le conseguenze negative che esercitano a livello cognitivo, comportamentale e fisiologico.

Continua a leggere

Anoressia nervosa
Si caratterizza per: rifiuto di mantenere il peso corporeo al di sopra di un certo peso minimo, paura di aumentare di peso, presenza di una alterazione dell’immagine corporea che porta a considerare il proprio corpo o alcune parti di esso (in genere la pancia, i glutei e le coscie) come troppo grasse, anche quando sono effettivamente magre. Inoltre nel sesso femminile, in epoca post-puberale, si verifica la sospensione del ciclo mestruale. Il termine anoressia è inesatto, poiché si riferisce letteralmente a una perdita di appetito che si verifica raramente nell’anoressia nervosa.

Continua a leggere

Disturbi dell’umore

Episodio Depressivo Maggiore

E’ caratterizzato da un periodo di almeno 2 settimane durante il quale è presente depressione dell’umore o perdita di interesse o di piacere per quasi tutte le attività. L’individuo presenta anche sintomi come alterazioni dell’appetito o del peso, del sonno e dell’attività psicomotoria; ridotta energia; sentimenti di svalutazione o di colpa; difficoltà a pensare, concentrarsi o prendere decisioni; oppure ricorrenti pensieri di morte o ideazione suicidaria, pianificazione o tentativi di suicidio. I sintomi costituiscono un netto peggioramento rispetto alla condizione del soggetto prima dell’episodio.

Continua a leggere

Dr. Lorenzo MAGRI

Psicologo

Via Vittor Pisani 13 D – 20124 Milano

Iscrizione Ordine degli Psicologi della Lombardia n 10184

Partita IVA: 01628230995

Le ultime news